• Home
  • Ambiti di intervento
  • Depressione

Depressione: sintomi, cause e cure

Quante volte capita di dire o sentir dire ad altre persone “Sono depressa/o”? Tantissime. Che la vita non sia affatto semplice è cosa ben nota e le giornate no, in cui il tono dell’umore è basso e la tristezza è l’emozione preponderante, sono “normali”. Fanno parte del gioco. Un periodo difficile, una notizia negativa possono cambiare il nostro umore e renderci tristi ma ciò non vuol dire affatto soffrire di depressione. Ma cos’è la depressione e quali sono i campanelli d’allarme del disturbo? È davvero possibile uscirne? Ecco tutte le risposte alle domande più frequenti sulla depressione.

Come si fa a capire se si è depressi?

La depressione maggiore viene diagnosticata in presenza di sintomi che recano un forte disagio tale da compromettere il funzionamento dell’individuo in ambito sociale, lavorativo, scolastico e più in generale in qualsiasi altra area importante della propria vita. L’alterazione del tono dell’umore non deve essere inoltre attribuibile agli effetti fisiologici di sostanze stupefacenti o psicotrope né derivare da altre condizioni mediche generali (malattie, altri disturbi).

Sintomi della depressione

I sintomi della depressione sono molteplici. Non è detto che si presentino tutti e con le medesime modalità ed intensità in tutti i pazienti. Conoscerli è però fondamentale per agire tempestivamente. Molti pazienti purtroppo chiedono aiuto soltanto dopo molto tempo dall’esordio della depressione. Ecco i sintomi più comuni e frequenti della depressione:

  1. sentirsi triste, senza speranza (umore depresso)
  2. perdita di interesse e piacere per qualsiasi attività
  3. cambiamenti significativi del peso (perdita e aumento)
  4. agitazione psicomotoria o rallentamento psicomotorio
  5. stanchezza cronica che non passa nemmeno con il riposo
  6. sensi di colpa eccessivi e/o inappropriati
  7. calo e difficoltà di concentrazione
  8. forte senso di indecisione
  9. sfiducia in sé stessi e nel futuro
  10. auto-svalutazione e autocritica
  11. diminuzione o mancanza del desiderio sessuale
  12. ricorrenti pensieri di morte, ideazioni suicidarie e/o tentativi di suicidio

Se leggendo questi sintomi ti rendi conto di provarne alcuni o tutti, chiedi subito aiuto. Contattami e raccontami le tue emozioni. La depressione può essere curata. Il primo passo però devi farlo tu.

Depressione: quali sono le cause?

Le cause della depressione maggiore sono numerose e riguardano diversi fattori: genetici, ambientali, individuali, psicologici. Spesso non è una sola causa a dare origine al disturbo, per questo motivo si parla di multifattorialità. Vediamo insieme i principali fattori che causano il disturbo.

Fattori genetici

La depressione maggiore può dipendere da una componente genetica. Quest’ultima però ha un’influenza minore rispetto alle altre variabili che vedremo a breve.

Fattori ambientali ed eventi di vita

Condizioni socio-economiche sfavorevoli o difficili, scarsa scolarizzazione, eventi di vita traumatici come ad esempio abusi, lutti, divorzi, separazioni da persone importanti, malattie gravi sono tra le cause ambientali che comportando un forte stress possono sviluppare la depressione maggiore.

Fattori psicologici

Esistono fattori individuali che causano una forte vulnerabilità psicologica nei soggetti Scarsa autostima, significativa tendenza all’autocritica, scarsa capacità di adattamento ai cambiamenti che la vita presenta. Diversi studi hanno messo inoltre in evidenza che in determinate fasi della vita, le persone più vulnerabili psicologicamente possono soffrire di depressione. La fase dell’adolescenza, diventare genitori, il pensionamento sono tutti momenti piuttosto delicati e che comportano un aumento del livello di stress che, come visto, può innescare la depressione maggiore.

Quanto può durare un periodo di depressione?

Un episodio depressivo maggiore in media dura da 6 mesi a un anno. Non è possibile stabilire una durata standard in quanto tutto dipende dalla gravità del caso specifico. Se provi uno o più sintomi della depressione, descritti in precedenza, ti consiglio di contattare subito me o un/una psicoterapeuta specializzato/a in depressione maggiore.

Cura della depressione: l’importante ruolo della psicoterapia

Nel caso in cui la depressione maggiore non dipenda da altri disturbi o dall’abuso di stupefacenti/sostanze psicotrope e non sia innescata particolari malattie, è possibile migliorare la propria condizione e ritrovare la salute psico-fisica mediante un percorso psicoterapeutico. Diversi studi medico-scientifici hanno dimostrato l’efficacia dell’approccio cognitivo comportamentale nella gestione e nella cura della depressione. Grazie ad una figura specializzata è infatti possibile modificare i pensieri e le condizioni che hanno causato il disturbo depressivo. Dopo aver analizzato il caso specifico e aver individuato i pensieri/atteggiamenti/situazioni che hanno innescato la depressione, lavoreremo sugli stessi in modo da disinnescare i fattori che alimentano la depressione. Ti fornirò degli strumenti validi per poterne uscire definitivamente ed evitare eventuali ricadute. Durante il percorso psicoterapeutico, potrà capitare che ti parli della mindfulness e delle sue tecniche di rilassamento, considerate molto valide per la gestione della depressione e dei disturbi d’ansia.

In conclusione, superare la depressione è davvero possibile. L’importante è accettare la propria condizione e lasciarsi aiutare. Non sentirti in colpa se da solo/a non riesci ad uscirne, è il disturbo specifico ad impedirlo non le tue capacità o volontà. Scegliere un/una professionista qualificato/a per tornare a vivere in modo sereno.


Dott.ssa Katia Buonanno
Psicologa Psicoterapeuta a Parma

Dott.ssa Katia Buonanno

Psicologa Psicoterapeuta a Parma

P.I. 02709280347

Aree del sito
© 2020. «powered by Psicologi Italia». È severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.